Maika: la voglia di un mondo più pulito

Maika…..

Che ha orizzonti ampli, aperti, che non le piace affatto differenziare tra cose di maschi e cose di femmina.


Maika che non si fa fermare da niente e nessuno e si ribella.


Maika che al posto di una bambola preferisce mostri, spade, razzi, piste, scavi e dinosauri. Che avere nelle mani una palla per lei significa giocare non solo a calcio ma anche a basket, pallavolo e intavolare sfide anche tra i più grandi.


Maika che sa che può fare tutto.
Maika che però a scuola si adegua e poi si sfoga a casa e si confida.


Che vuole diventare dottoressa di emergenza, che sogna di guidare una ambulanza e salvare persone, che ama fare anche la dottoressa degli animali (guai a dire veterinaria, perché “mamma, si dice dottoressa, gli animali sono come noi, esseri viventi), che vuole fare l astronauta e che pensa già che essere dottoressa le darà una marcia in più perché” anche negli altri pianeti possono esserci malati mamma”.

Maika che proprio ieri mi ha detto “Voglio diventare dottoressa chirurgo e paleontologa perché voglio ritrovare anche altri scheletri di dinosauri e di persone antiche”. Maika che il suo desiderio di diventare aiuto per il prossimo non lo molla e al massimo li affianca altre passioni.


Uno scricciolo di tre anni che percepisce la sofferenza dell’altro e cerca di gestire il suo…


Maika che adora treni, macchine, monster truck, robot, Cicciobello Bua perché deve curarlo, che ha perennemente la sindrome della crocerossina.


Maika che ha orecchio per la musica e riconosce qualsiasi strumento anche se non lo ha mai sentito in vita sua ma l ha solo visto: sente una canzone di orchestra e ti segna esattamente quali sono gli strumenti che suonano quella melodia.


Che adora ballare e in quel tutù ci si identifica da sempre. Che per lei rivedersi 2,3 volte il balletto de IL LAGO DEI Cigni che dura tre ore, non significa annoiarsi ma arricchimento. Che adora Misty Copeland e nelle difficoltà dice “Mamma Misty non ha mollato. Nella vita non si molla. Tu non molli. Io neanche. Forza, andiamo! “


Quel fagotto tutto pieno di sé mi insegna che non si deve avere limiti in nessun obiettivo prefissato, che il mondo è vasto e le occasioni ce le creiamo noi per realizzarci.


Maika che più cresce e più mi ricorda il grande Alessandro: lei deve andare a guardare cosa ci sia OLTRE quelle montagne, oltre a tutto ciò che vede e avverte.
Mi ricorda Misty Copeland quando cade e si fa davvero male ma lei anche col ginocchio sanguinante o un piede ferito dice rialzandosi “Mamma non è successo nulla. Mi sono fatta poca bua, non fa niente” e continua a fare capriole o a danzare, come se nulla fosse.
Maika che mi ricorda Marie Curie quando non riesce la prima volta a fare una cosa: Prima sbatte tutto a terra e poi “Maika riprova e ci riesco” dice a se stessa e così fa.


Maika che ha molto da dare.


È strabiliante come una bimba di 3 anni a volte insegna agli adulti anche come Vivere e anche come affrontare le cose con coraggio.


Maika che adora scherzare. Che fa la Pagliaccetta per darsi coraggio e nascondere il suo lato timido. Che questo suo lato l’aiuta almeno in parte a integrarsi e farsi considerare “normale” dai coetanei.


Maika che quando ha paura non si nasconde ma chiede cosa sia quello strano rumore, da dove provenga e chiede di andare a vedere cosa ci sia proprio da quella parte ove è provenuto il rumore. Che quando sente delle tensioni si accovaccia tra le mie braccia o si ribella ma poi riesce a superare tutto e si fa prendere per mano..


Maika che non ama gli abbracci altrui ma abbraccia tutti. Che nei suoi momenti di crisi riesce ad avere un buon autocontrollo… mentre altre volte esplode…


Maika…. Lei che come tutti i bimbi è davvero trasparente e lo è in modo davvero naturale e sincero.


Maika che fa riciclaggio e che capendo sola il danno della plastica ora la combatte e la trasforma in arte.
Maika che già ha deciso che lei gli animali non li vuole mangiare perché è crudele e a lei piacciono gli animali. Che si preoccupa di domandare se anche la verdura soffre…. Maika che proprio non vuole far soffrire nessuno. Che preferisce rifiutare piuttosto che soccombere a cose che proprio lei non accetta e non le appartengono.


Maika che decide da sé e che identificandosi da sempre nei 5 anni ora per lei quel traguardo sono i suoi primi 18 anni.
maika che ha deciso di farsi i buchi alle orecchie perché “mi devo mettere gli orecchini, mamma”…


Maika che all’asilo proprio non ci vuole andare e che aspira alle elementari come un pesce in una piccola ampolla, sogna l’oceano anche se non lo ha mai conosciuto.


Maika che sa cosa vuole e le dà fastidio avere limiti e freni.
Lei che quando arriva la sera si dispiace perché dormire proprio non le piace. Lei vuole continuare a fare ciò che ha in mente di fare.


Guai se vede qualcuno, grande o piccolo, fare una cosa sbagliata, lei lo rimprovera perché NON SI FA.
Guai a dirle che è piccola.. Si difende con molta fermezza tanto che a volte la devo richiamare per non farla passare da insolente. Ma poi lei rimane del suo punto di vista e l’ultima parola ogni volta è sua ed è NON SONO PICCOLA.


MAIKA che difende grandi e piccini e darebbe davvero la vita per ciò che ama.
Maika che ama incondizionatamente Luna e con lei ha un rapporto profondo e intenso… se ne prende cura e con lei accanto andrebbe più volentieri ovunque, anche all’asilo… luna che la protegge come una mamma… un duetto perfetto e il loro mondo è loro, è concepibile solo per loro la vera profondità che usano entrambe per far sentire il loro amore l’una all’altra. Loro due i miei capolavori…


La guardo e poi penso

Se per un attimo dessimo nelle mani dei bimbi il mondo, beh… Sicuramente sarebbe un mondo migliore e più pulito…. Perché fin quando si è dei bimbi l’unica cosa Che preme è davvero fare la Cosa giusta per il benessere di tutti, animali compresi… Poi…. Alcuni, crescendo, si fanno irretire dal dio denaro e…. BOOM… Si sporca tutto….


Impariamo a osservare i bimbi, prendiamo da loro esempio e cerchiamo di conservare in noi il nostro bambino… Probabilmente pian piano anche il mondo migliorerà.

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...