10 CONSIGLI PER ESSERE UN BUON INSEGNANTE

L’altro giorno proprio mentre stavo affrontando una situazione scolastica di mia figlia creatasi per un “fraintendimento” e per il cosi marcato senso delle parole e ipersensibilità di Maika, tra lei e la maestra di italiano, riflettevo proprio sulla necessità di migliorare ma anche in alcuni aspetti cambiare proprio il modo di approccio e di insegnamento di alcuni insegnanti ancora troppo radicati in forme mentis non più attuali e che cozzano sulle vere necessità ed esigenze dei bimbi attuali che vivono ovviamente il periodo in cui sono nati, cioè la società di oggi, con tutto ciò che ne concerne.

Si è da anni capito che il solo insegnamento frontale non va più bene, che una didattica integrata e anche personalizzata è cosa buona, che gli alunni hanno apprendimenti diversi e che i metodi di insegnamento devono essere misti per non lasciare indoetro nessuno e che l’Accoglienza deve essere attiva pee tutto l’anno scolastico e non solo per i primi mesi…

Eppure purtroppo ancora esistono molte resistenz nel mettere in pratica questi consigli utili.

Pensavo a tutto ciò quando mi arrivò una mail da parte di Docenti.it.

Il titolo mi piaceva già 10 Consigli per essere un buon insegnante….

Approvo a pieno e quindi condivido….

Photo by ThisIsEngineering on Pexels.com

La scuola di oggi deve essere più seria che mai. Deve essere capace di  far star bene gli alunni, per diventare un’alternativa al mondo diseducativo nel quale viviamo, per “rieducare” i bambini e i ragazzi a impegnarsi, a studiare, a faticare. Non si potrà ottenere questo finché alla scuola non verranno assegnate le risorse necessarie e agli insegnanti preparati non verrà restituito il rispetto che meritano.

Intanto questi consigli possono esserti utili non solo per essere un insegnate migliore ma anche per la tua vita personale, sono fondamentali; d’altronde siamo un unica persona !

Photo by Max Fischer on Pexels.com


I 10 CONSIGLI PER ESSERE UN INSEGNANTE  MIGLIORE


1) Prima date e poi chiedete: agli alunni date rispetto, attenzione, coerenza, comprensione.

2) Entrate in classe pieni di entusiasmo: l’entusiasmo è contagioso. Come la noia.

3) Ricordate che anche i ragazzi difficili sono vostri alunni: non sono maleducati, ma male educati oppure troppo sensibili e coscienti di ciò che accade in aula e la loro percezione esacerbata e più matura fa assumere loro comportamenti agitati…ascoltate e osservate; hanno bisogno di aiuto più degli altri.

4) Mettetevi sempre in discussione. Aggiornatevi, leggete, studiate, confrontatevi.

5) Fate sentire ai ragazzi che volete aiutarli e che vi interessano. Diteglielo.

6) Date molta importanza alle regole e rispettatele voi per primi.

7) Avere una buona autostima è essenziale: gli alunni vi vedono come vi vedete voi. Se non vi stimate non vi stimeranno neanche loro.

8) Privilegiate concetti e metodi: i puri contenuti si trovano anche nel web.

9) La lezione perfetta è quella che costruite insieme agli alunni. È un dialogo, non un monologo. Non si può apprendere senza partecipare.

10) Per essere autorevoli dovete essere preparati e guadagnarvi la fiducia e il rispetto dei ragazzi.

Un insegnante deve essere un insegnante, un educatore disponibile a vedere al di là di quello che il ragazzo appare: non un amico, non uno psicologo, non un genitore, ma una persona che vuole aiutare l’alunno a tirare fuori il meglio di sé, motivandolo, trasmettendogli il desiderio di imparare. Deve insegnare ad imparare. Non basta insegnare. Bisogna voler insegnare. Non si può diventare insegnanti per ripiego.

Un insegnante autorevole deve avere tutti questi requisiti: deve essere giusto, onesto, coerente, forte, comprensivo, gentile, rispettoso, equilibrato, serio e misurato. Un insegnante deve essere preparato, non solo sulla sua materia, ma anche su tutto quello che riguarda le problematiche dei ragazzi.

Penso che potrebbe essere un punto di riflessione per tutti…che ne pensate?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...