Associazione Arborescienza

Quando conobbi tramite mia figlia il mondo della Plusdotazione, mi resi subito conto di quanta complessità richiudesse in sé, quanti miti stupidi vi aleggiavano attorno e che nulla era scontato e nulla risultava essere “più facile”. Anzi, proprio il contrario… Ogni segno preciso racchiudeva non una ma molteplici e complesse spiegazioni; ogni metodo utilizzato alla grande oggi, di certo domani non andava più bene; l’attenzione nell’osservazione del bimbo o della bimba doveva essere costante e accurata e doveva includere anche ogni minimo cambiamento ambientale, relazionale e quant’altro vi era all’esterno, perché anche una banalità apparente che aveva cambiato rotta senza preavviso, portava a una nuova tensione di angoscia a volte da affrontare e sapere gestire nel bimbo.

Capii subito che per me però quel modo era facile da interpretare e anche da gestire ma per mio marito…beh per lui era difficile entrarvi anche soltanto. Eppure era più bravo di me a coinvolgere maika nei giochi, a rilassarla ed entusiasmarla ma…per quanto riguardava la gestione delle crisi “banali” o delle sue amplificazioni lui proprio si ancorava a pregiudizi sociali…pian piano poi si ammorbidì’ e ad oggi è più consapevole della personalità complessa di maika. Ma ancora non sa gestirla quando rimane solo con lui e lei va in crisi perché vuole me o perché una sua richiesta taciuta il papà non l ha capita…

Osservando e vivendo tutto ciò mi chiesi ” Non possiamo essere gli unici a vivere tutto questo, di certo ce ne saranno famiglie calabresi che vivono in modo taciuto queste situazioni” e così iniziai il percorso di creare reti di informazioni, convegni e quant’altro, inclusa la mia collaborazione con un’associazione che da decenni si occupava di bimbi APC

Poi constatai che effettivamente qui in Calabria non vi era supporto, formazione,sostegno, nulla di ciò che potesse essere utile alla gestione di bimbi APC, al favoreggiamento del loro alto potenziale e soprattutto al supporto familiare, cosi decisi che se nessuno si era mosso finora a creare punti di riferimento per tali famiglie, qualcuno doveva pur pensarci.

Si doveva fondare un’associazione anche qui in Calabria in grado di sostenere e essere presente sul territorio calabrese.

Durante un convegno che avevo organizzato a Montalto uffugo, si era creato un gruppo di famiglie calabresi e quindi fondammo un gruppo whatsapp per non perderci di vista e supportarci anche in delle situazioni, poi conobbi la dottoressa Alessandra Mirandola e giorni dopo andai al suo studio per parlare di Plusdotazione. Mi fece una bella impressione, era molto predisposta nel mettersi in gioco e quindi le chiesi se volesse entrare a far parte del mio progetto. Dopo mesi organizzai un secondo seminario e li la dottoressa Mirandola mi presentò la dottoressa pedagogista Anna Baschi. Di lei mi piacque il carisma e la sua gran voglia di aiutare i bimbi, le sue competenze già messe in campo e cosi le proponemmo di entrare nel team. Poi decidemmo di includere anche il papà e insegnante di un bimbo APC, conosciuto al primo convegno e quindi ci mettemmo in opera a Formarci per bene in Plusdotazione e il 7 giugno 2019 fummo pronte per fondare la Prima e Unica Associazione in Calabria che si occupa di bimbi APC e delle loro famiglie e non solo ma di entrare nelle scuole per fare Informazione, fare interventi per PDP per bimbi gia’ valutati e creare anche reti per le famiglie che potevano avere dubbi o domande a riguardo dei loro figli non ancora valutati.

In Calabria la risposta ai nostri servizi fu e continua ancora oggi a essere positiva. Le famiglie ci contattano, in privato o tramite la mail della nostra associazione, le scuole si stanno interessando sempre più a questo argomento e ci accolgono In modo positivo; i progetti lievitato.

Ma essendo una associazione appena nata ovviamente abbiamo bisogno di Donazione per permetterci di dare altro ai bimbi APC e al loro potenziale per dare loro maggiori stimoli e ambienti più consono alla loro ipersensibilità e iperecettivita’.

Quindi, chiediamo a coloro che possono di favorire anche minime donazioni, divulgando le nostre informazioni sulla brochure e riuscendo cosi a dare più sostegno qui al Sud.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...