Una domenica speciale

Teta e maika

Due domeniche fa, abbiamo portato Maika a un centro commerciale grandissimo a Maida di Catanzaro, senza però dimenticarci di fermarci all’aeroporto per farle osservare gli aerei in partenza e in arrivo, dove si e’ entusiasmata nonostante stesse costantemente con le mani alle orecchie, ovviamente..ma rideva e sgranava gli occhi per l’entusiasmo, come se fosse sempre la prima volta per lei.

Quella domenica mi sono proprio goduta mia figlia con tranquillità e serenita’. Mentre il papa’ confabulava con Teta, io e Maika ci divertivamo a fare scherzi o a correre o a entrare di corsa in dei negozietti o alle giostrine. Comprata una spada di spugna si è divertita un mondo facendo la moschettiera prima e Giovanna D’Arco dopo, sconfiggendo gli inglesi…

Ad un certo punto le chiedo

MAIKA DOVE VUOI ANDARE ORA?

VUOI PASSARE PRIMA DAL NEGOZIO DEI GIOCATTOLI?

Mamma in libreria!!! Siiii andiamo!

No mamma ho la spada. Voglio andare a vedere i libri.

il libro dei dinosauri

E così entusiaste (basta pronunciare la parola Libro e noi subito ci entusiasmiamo) raggiungiamo Punto Giunti di corsa.

Pensavo che eccitata come era si mettesse a correre tra uno scaffale e l altro in cerca di libri particolari e anche canterini, invece no…

Voleva le enigmistiche quindi chiedo dove poterle trovare. Quando la ragazza mi indica lo scaffale, Maika va in visibilio…mi giro e scopro il perche…ha visto un libro sui dinosauri che fa vedere come erano fatti dall’interno questi esseri giganti…questo libro lo avevo evitato perche’ reputavo molto realistiche le sue figure ma, evidentemente, ho posticipato di un solo anno il grande evento inevitabile.

Glielo ho preso dallo scaffale e dire che l’ ha divorato è poco…non si è scollata più da quel libro. Seduta comoda sullo sgabello, ha iniziato a sentirsi a suo agio e ad aprire con attenzione il libro. Siccome sa leggiucchiare, felicemente ha iniziato a sillabare e quindi apriva le figure dove vi erano rappresentati gli organi, le ossa e la pelle ed entusiasta stava intenta e concentrata. Poi…

MAMMA, VIENI. LEGGI QUI ALLA FIGURA DEL MORSO. IO TI SENTO. TU LEGGI CHE IO GUARDO E ASCOLTO.

Ok…e cosi ho iniziato a leggere di, muscoli, carne, ossa, differenza con altri dinosauri ecc.

Nel frattempo la ragazza di punto Giunti ci osservava e poi presa da coraggio elargisce:

“Tesoro, come ti chiami? Vedo che ti piacciono i libri sui dinosauri! Allora vieni te ne faccio vedere uno più appropriato alla tua età, magari”.

Ormai sono abituata a non intervenire più, lascio che se ne accorgano sole le persone che ciò che all’inizio hanno pensato, su di me come mamma e su di maika come bimba, sono pensieri errati…Maika la guarda come per dire “perché mi hai disturbato? Che vuoi? Chi te lo ha chiesto?” Ma per educazione senza dire una parola la aspetta con il nuovo libro. Mi guarda come per dire Cosa è andata a prendere,ma’?

Io le faccio cenno di aspettare e stare tranquilla, magari sarà bello quel libro suggerito.

Arriva la ragazza tutta contenta. Maika si avvicina e quando vede la copertina arriccia il naso. Oddio, penso, speriamo che non elargisce bruscamente e magari sentirsi offesa…poi vedo anche io la copertina….🤦… vabbè MAIKA APRILO E GUARDALO MAGARI TI PIACERÀ….ok, sfoglia le pagine prima piano poi veloce e alla fine lo dà nuovamente alla ragazza.

NON TI PIACE? chiede la ragazza..

Penso..se te lo ha restituito…. Che dici? Gli piace?

NON CI SONO LE FIGURE DEGLI ORGANI…SE NON VEDO LE FIGURE DEGLI ORGANI, COME FACCIO A SAPERE COME ERANO FATTI DA DENTRO I DINOSAURI? E SE NON SO COME SONO FATTI DA DENTRO COME SO COSA LI DIFFERENZIA DAGLI ALTRI ANIMALI E DAGLI UOMINI? IO VOGLIO SAPERE COME SONO FATTI DENTRO…FUORI LO SO COME SONO FATTI È DENTRO CHE LI CONOSCO POCO.

La ragazza presa da una illuminazione (finalmente ha capito cosa interessa a maika e che se avesse prima ascoltato le domande di maika che mi poneva e osservato meglio prima di intervenire, magari ci sarebbe arrivata prima) esclama sconvolta

Ah, allora se è questo che ti interessa il libro che hai preso è quello giusto. Ma non ti fa impressione? Sei piccola ancora per quel libro…

Lì ho pensato Perché hai utilizzato il termine Piccola? Perché?🤦

Maika la guarda truce…la squadra con gli occhi, si sofferma sul suo sguardo e poi evita di rispondere e si avvicina a me MAMMA CONTINUA A LEGGERE…

Ma…la vedevo agitata

Maika, evita amore mio, ti prego, continuiamo a leggere

MAMMA DEVE SAPERE CHE NON SONO PICCOLA (proprio quella definizione non la tollera, non l’ ha mai tollerata, perché farlo adesso?)

E così prima di finire la frase, si avvicina alla ragazza e le dice

IO NON SONO PICCOLA! HO 4 ANNI, NON SONO PICCOLA, SAI? GUARDAMI! HAI CAPITO?

La ragazza ora sì che è sconvolta e le risponde Scusa amore non volevo offenderti. Ho frainteso io. Hai ragione, non sei piccola

Maika soddisfatta si calma e torna ad ascoltare la lettura.

Nel mentre alza lo sguardo e sceglie dei libri posti in alto. Mi chiede di prenderli e così faccio.

ASTRONAUTA NELLO SPAZIO

LE COMETE

LE COSTELLAZIONI

Il CORPO UMANO (OVVIAMENTE)

LA VITA DI GESÙ

nel contempo mi dice di finire il paragrafo e così una volta finito mi chiede di vedere insieme il libro di Gesù…inutile dire che essendo da sempre legata in modo profondo a Gesù e Maria, le domande sono state minori ma le constatazioni logiche invece molte. Poi MAMMA PERÒ LO HANNO FATTO BRUTTO GESÙ, GUARDA. PERCHÉ LO HANNO FATTO COSI?

E quindi quel libro è stato bocciato per i disegni brutti…basta poco difatti…

Abbiamo aperto gli altri libri e altra mezz’ora ferme lì a riflettere e confrontarci.

poi….MAMMA PRENDI QUELLI. C’È ALBERTINO (EINSTEIN) E LEO DA VINCI ( ormai sono suoi amici)…quando vede che all’interno ci sono esercizi da fare va in visibilio. Alcuni li facciamo sul posto gli altri li abbiamo riservati per quando li compreremo. MAMMA SEGNA ANCHE QUESTI…

Ok amore.

prima di andare, abbiamo ancora una volta guardato il libro dei dinosauri.

Dire che è stata una giornata piena e intensa è poco.

Con Maika mi sono proprio rilassata specialmente in libreria. Ci siamo costruite un nostro mondo in un contesto stimolante. Eravamo concentrate su di noi ed era da tempo che non capitava. Si vedeva che stava bene, che era a suo agio.

finalmente eccola mia figlia, senza paura di essere Lei, senza il pensiero di dimostrare il contrario di ciò che è…eccola fiorita e piena.

È stupenda quando ha questi voli pindarici e logici. È stupenda quando la vedi libera, armata delle sue ali e che ti porta per la mano ovunque. E anche se sono salita su quelle sue montagne russe, beh, mi sono sentita equilibrata e bene…

Finalmente quel giorno la mia grande bimba prodiga era tornata a casa da se stessa ed era magnifico!

Una super domenica fatta di risate, allegria, equilibrio, intimità e voli!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...