I bambini ipersensibili con o senza APC. Chi sono?

Se non conosci l’ipersensibilità di tuo figlio, non puoi gestire e comprendere le sue reazioni e azioni.

L’ipersensibilità, ormai lo sappiamo bene, complica ancora di più le cose, che siano questioni riguardanti i rapport sociali oppure reazioni o ancora peggio le proprie emozioni e i comportamenti all’apparenza inadeguati o tutte queste situazioni insieme.

Sono bimbi che ricevono piu stimoli dall’esterno, che avvertono ogni tipo di tensione propria ma soprattutto dell’ambiente circostante e di ogni persona o animale. Hanno il sistema centrale nervoso più sensibile e per questo sottoposto a continue stimolazioni

Pensate di trovarvi in un ambiente pieno e carico di energia e di avvertirla tutta quell’energia che vi disturba, che vi elettrizza, che vi crea agitazione e vorreste solo scappare da lì ma altri vi dicono di rimanere, che il vostro comportamento è inappropriato, di darvi una calmata o peggio ancora di abituarvi. Invece, di sentirvi al sicuro o protetti vi sentirete davvero male, e inizierete a ribellarvi oppure a deprimervi…

Immaginate di vivere costantemente con una cassa sonora attaccata all’orecchio dalla quale esce non solo musica ma vocii, pianti,risate, urla e rumori vari…come vi sentireste se qualcuno invece di discostarvi da quella cassa sonora vi dicesse di rimanervi “ancora un po’” perché “siamo arrivati ora, magari abbiamo pagato e la serata e appena cominciata”? Mentre voi superstimolati a tal punto da avvertire nausea e agitazione state sempre piu’ male e ancora peggio chi vi dovrebbe capire sembra non interessarsi di voi?

Esempi stupidi, certo, ma se con così poco riuscite a comprendere almeno un po’ di quel malessere allora potrete realmente comprendere chi vive quotidianamente queste stimolazioni esterne e magari il perche’ assume anche atteggiamenti “inappropriati” o ” strani”, e poi moltiplicate il tutto almeno per 5….

Stressante, vero? Brutto!!!

Eppure questi bimbi esistono e fanno fatica a farsi capire e accettare anche da chi li dovrebbe meglio conoscere. .

Iniziamo comunque a delineare 21 punti caratteristici e comuni a tutti i bimbi ipersensibili con o senza APC…EH si, perché non tutti i bimbi ipersensibili sono APC.

L’alto potenziale cognitivo ovviamente complica anche la concezione che si riesce a comprendere in anticipo di se stessi e del mondo circostante.

Comunque,iniziamo:

Si ha un bimbo o una bimba ipersensibile se:

Tende a preoccuparsi per situazioni nuove, in maggior misura rispetto ai coetanei,

sussulta facilmente,

non affronta bene i grossi cambiamenti e in genere non apprezza le grandi sorprese.

Preferisce giochi tranquilli, spesso solitari e a volte ripetitivi (“giochi
o libri preferiti”), esamina se è sicuro prima di fare giochi “pericolosi”.

Tende a mostrare interesse e attenzione verso gli altri, soprattutto rispetto agli stati d’animo e ai bambini più deboli.

Reagisce con forza a quelle che percepisce come ingiustizie, verso se stesso ma a volte anche verso altri.

È un perfezionista, ha elevate aspettative rispetto alle proprie prestazioni,
si innervosisce facilmente se non riesce in qualcosa o perde in un gioco.

In tali occasioni può manifestare un comportamento molto più esplosivo
e rabbioso del solito, rimugina molto tempo dopo i possibili fallimenti e
risulta difficile tranquillizzarlo.

Rimugina inoltre su ogni forma di critica o presa in giro che riceve, soprattutto dai pari, e ne soffre particolarmente, faticando a “lasciarsele
scivolare di dosso”.

Sembra molto intuitivo, fino a sembrare a volte saper leggere nella mente.

È molto attento anche ai minimi cambiamenti dell’ambiente, nota i minimi dettagli, soprattutto di tipo sociale, e percepisce e assorbe facilmente le tensioni familiari.

Per questo motivo può capitare che si ponga come mediatore o che
che si isolino per non peggiorare la situazione.

Riesce ad immedesimarsi negli stati d’animo di altri, anche al di fuori della famiglia; è molto attento ai bisogni altrui, e si accorge facilmente del loro disagio.

Non è incline a prese in giro o offese verso altri bambini, anzi a volte può risultare protettivo.

Tende a rispettare le regole generali in modo coscienzioso, quasi troppo rigido.

A volte appare più grande della sua età, per la sua capacità di intuire
anche ciò che non è espresso
. È molto curioso di approfondire, anche su argomenti complessi e può sorprendere la sua capacità di associazione a situazioni e concetti, anche se nessuno glieli ha mai spiegati prima.

Sente intensamente le cose e pone spesso domande profonde, ragionate e provocatorie.

Prende alla lettera le promesse dei genitori e impara in fretta se queste vengono rispettate oppure no, e in questo secondo caso manifesta molto fastidio.

Ama il contatto con l’arte, la musica, la fantasia e la natura, in particolare gli animali

Ora vorrei riportare le.parole della dottoressa Elena Lupo che da sempre si prodiga per spiegare e fare conoscere l’argomento Ipersensibilità ma anche per fare comprendere il temperamento di questi bimbi ipersensibili e come magari poter evitare alcuni atteggiamenti di fronte a comportamenti all’apparenza impropri e inadeguati dei propri figli, capendone non solo il motivo celato dietro quel dato atteggiamento ma soprattutto cercando di accettare la sensibilità del proprio figlio:

“Il bambino ipersensibile si trova a percepire molti più stimoli e in modo molto più intenso degli altri, e questo gli provoca subito disagi e suscettibilità che possono non essere comprese e accettate dal contesto familiare.
Noterà ogni minima differenza nei sapori, ogni cambiamento nella temperatura, si lamenterà della confusione e piangerà quando verrà abbagliato dalla luce. Crescendo piangerà con facilità, si preoccuperà per cose di poco
conto, ma sarà anche incredibilmente gioioso per altre; avrà ritmi più lenti
perché tenderà a riflettere molto e a fare molte domande, ma anche momenti frenetici e scoppi di irritabilità. Potrà essere sovente timido o intimorito dal giudizio degli atri e si accorgerà delle situazioni emotive che lo circonderanno senza che ve ne rendiate conto. In questi frangenti, se ci si rivolge
a lui dicendogli “non è come senti”, “non provare ciò che stai provando”,
“smettila di essere cosi sensibile/emotivo” e se in generale viene sminuita o negata la sua percezione sottile di ciò che accade nel suo contesto, allora il bambino ipersensibile giunge alla conclusione che il suo modo di percepire è scomodo e sbagliato e inizia a lottare contro la propria natura.

Per garantirsi l’amore dei genitori e il senso di sicurezza e appartenenza, la prima cosa a cui rinuncia di sé è la percezione del proprio corpo, perché le sensazioni che questo gli comunica sembrano essere solo di disturbo. Non essendo più in contatto con il proprio corpo e la propria pancia perde la conferma del valore sulle proprie capacita’ e sulle proprie valutazioni. Dissociandosi dal proprio essere e corpo il bimbo sarain balia del volere altrui e sara’ deleterio per la sua stessa vita”.

Quindi, se al contrario, riuscissimo a comprendere e accettare in primis che cosa significa essere ipersensibili faremo meno fatica a comprendere e accettare il loro temperamento, dandogli base sicure dove poter creare la propria personalità, la propria autostima e la fiducia nelle proprie competenze.

inoltre amano la prevedibilita‘, ecco perche’ non gli piacciono le sorprese o i cambiamenti improvvisi.

Amano i rituali come magari leggere o farsi leggere la stessa fiaba ogni sera o giocare allo stesso gioco prima di dormire. Maika ad esempio DEVE fare delle cose prima di acconsentire a dormire: alcune volte per mesi ogni sera prima di dormire deve esercitarsi in qualcosa che per lei è utile alla sua conoscenza e alla sua curiosità; oppure deve giocare alle emergenze chirurgiche ogni sera prima di dormire e in questo gioco lei mi coinvolge ovviamente; oppure in altri mesi deve per forza sfogarsi a parlare o conoscere e sapere nuove cose o fare i cruciverba. I rituali per lei sono delle rassicurazioni, rassicurazioni che ovviamente cambiano in base agli eventi,alla crescita o ai propri interessi ossessivi o esigenze del momento. A volte è come se tramite quei rituali ti dia la chiave per scoprire cosa realmente desidera o le manca. Non ama per nulla i cambiamenti del programma stabilito in precedenza oppure le sorprese che potrebbero invadere la stabilita’ di quel momento. Vuole sapere e capire tutto in anticipo. Ecco perche’ la stiamo preparando al fatto che questo per lei sarà l’ultimo anno di asilo e che andra’ come da lei richiesto alle elementari l’anno prossimo. Durante l’estate ne parlavamo e ancora oggi lo facciamo. In questo modo si rassicura, ha tempo per riflettere e per capire cosa sta accadendo e cosa accadra’. E cio’ accade per qualsiasi tipo di novita’. Glielo pronostichiamo giorni e giorni prima

Perchie’ i bimbi ipersensibili hanno bisogno di sapere tutto in anticipo per rifletterci e valutare se sia una cosa giusta o sbagliata.

Un ambiente pieno di caos li infastidisce.

Persone che urlano li intimoriscono e infastidisce.

Si intimidiscono per un nulla e si ritraggono quando si sentono sotto osservazione o valutati. Hanno paura dell’opinone altrui e quindi risultano insicuri.

Certi odori non li tollerano come anche alcuni tessuti.

Insomma sono bimbi a cui si deve dare maggiore attenzione e rispettare il loro temperamento così delicato, solo così si potra’ renderli piu’ sicuri e con una solida autostima.

Anche a scuola andrebbero seguiti con maggiore attenzione e modalita’ di iterazione diverse dalla norma e si spera che almeno alcune insegnanti del corpo docenti delle scuole di cui fanno parte questi bimbi, li seguino a dovere con responsabilita’ educativa appropriata.

come sempre la prima cosa da fare come genitori è accettare questa profonda e complessa caratteristica dei nostri figli. Perche’ ipersensibili ci si nasce non si diventa e può essere un dono coltivabile se supportata, accettata e compresa o una maledizione se negata e violata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...