GLI OVERTHINKING e il pensiero eccessivo

Durante le mie ricerche, mi sono imbattuta in un sito molto interessante di un gruppo di specialisti americani in plusdotazione che affrontano vari argomenti a riguardo.

Questo articolo è frutto proprio di un post di uno degli specialisti americani che fanno informazione in rete presso tale sito.

Sulla ruota panoramica
Lei, osservava, si interrogava e pensava
Per esplodere, poi,
In mille domande, considerazioni e decisioni!

La ragazza di talento che “fallisce” nel controllo del QI della scuola, perché analizza eccessivamente le domande a scelta multipla.

Il ragazzo dotato che si concentra sulla “lettera della legge” in ognuno dei compiti dell’insegnante, e poi si mette nei guai con l’insegnante per non aver seguito lo “spirito” dei compiti.

Il bambino dotato che non può iniziare un progetto a lungo termine perché può pensare tutto il tempo, all’energia e ai passaggi complicati che potrebbero essere necessari, e non può iniziare a causa di esso.

Cosa puoi fare se ti ritrovi, o se ti ritrovi i tuoi figli, a pensare troppo? Come puoi gestire i pensieri?


Le persone dotate di talento

sicuramente

pensano molto.

Logica, ragione, introspezione. Il pensiero è uno dei loro più grandi punti di forza e una fonte di gioia mentre meditano sulle complessità di … beh … praticamente tutto. Amano risolvere i problemi, trovare una soluzione creativa, decostruire un’idea, lasciare che la loro immaginazione salga, adorano discutere e non essere d’accordo.

Ma questo notevole vantaggio, può essere un tormento quando va a monte.

Cosa causa il pensiero eccessivo? (E cosa puoi fare a riguardo?)

  • Bisogno di avere il controllo a tutti i costi

Il pensiero eccessivo può derivare da un bisogno di controllo. Alcuni overthinkers sono i grandi realizzatori e perfezionisti che si distinguono in mezzo alla folla. Afferrano il controllo su qualsiasi progetto, sembrano avere tutte le risposte e padroneggiare ogni dettaglio. Sono orgogliosi delle loro conoscenze e riescono appena a prendere aria mentre corrono per stare al passo con le ultime informazioni e teorie.

“Devo essere in cima a questo”
“Altri si aspettano che lo faccia nel modo giusto”
“Se spendo abbastanza tempo a selezionare tutte le opzioni, lo scoprirò”

Nel tentativo di mantenere il controllo, le persone apc è plusdotati, cercano piani infallibili per assicurarsi che i problemi non si presentino … o che i loro presunti difetti non siano scoperti … o che si esibiscano perfettamente.

Ciò alimenta il perfezionismo, il controllo ripetuto. e ossessionato da cosa potrebbe andare storto. Se sbagliano, si rimproverano sia per il risultato che per la loro incapacità di escogitare un piano perfetto. E mentre il perfezionismo non è esclusivo solo per gli individui dotati, il pensiero eccessivo può aumentare la probabilità che questo modello si sviluppi.

Quando gli intellettuali dotati si sforzano di essere i migliori e basano la loro autostima sui risultati e sulla lode dagli altri, non solo abbandonano il loro intrinseco amore per l’apprendimento, ma si preparano per una vita di delusione. Imparare ad accettare le esperienze di fallimento e utilizzarle come trampolino di lancio per la crescita futura è essenziale per tutti noi. Quando i pensatori diventano trincerati nelle aspettative perfezioniste e nella rigida ricerca di obiettivi esterni, spesso finiscono con l avere nient’altro che ansia.

  • Dirottato dalla vergogna

Alcuni bambini, adolescenti e adulti dotati non possono lasciare da soli, un’idea. Si Ossessionano, si preoccupano e pensano troppo. Rielaborano ogni potenziale problema nei loro piani. Si torturano con scenari “what-ifs” e scenari peggiori.

Il pensiero – una volta gioia e rifugio – viene dirottato dalla vergogna.

Sì, la vergogna – definita da Merriam-Webster come

“un’emozione dolorosa causata da coscienza di colpa, mancanza o improprietà”

prende piede. La vergogna è il colpevole che alimenta il pensiero eccessivo per alcune persone dotate. Naturalmente, la genetica, la biochimica (nel disturbo ossessivo-compulsivo , per esempio) e la pressione esterna giocano tutti un ruolo. Ma in molti casi, le paure basate sulla vergogna guidano questi pensieri.

E se scoprissero che non sono intelligente come pensavano?
Cosa succede se non ci riesco?
Forse non appartengo davvero a questa classe avanzata.
Non merito il premio – è arrivato troppo facilmente.


Ciò che è particolarmente doloroso è che il più delle volte, la loro insicurezza e la propria vergogna sono completamente ingiustificati. I plus dotati temono che i loro difetti percepiti saranno scoperti, che non si comporteranno alla pari e che non meritano il loro talento o riconoscimento.

La vergogna alimenta l’ossessione e il pensiero eccessivo, che a sua volta spinge ancora più paure basate sulla vergogna. Sono privati di assaporare i loro successi e anche le attività di cui godono.

A volte le paure basate sulla vergogna si sviluppano in risposta a eventi estranei al loro talento (come depressione, eventi traumatici o problemi familiari). Ma troppo spesso, i bambini dotati diventano ambivalenti e si vergognano del loro talento fin dalla tenera età.

Vergogna che si costruisce quando sono castigati per “mettersi in mostra” … o vergognarsi per correggere un insegnante … o prendere in giro il punteggio di prova occasionale basso … o quando si rendono conto che gli altri bambini pensano che siano strani.

I bambini e gli adolescenti dotati sanno imparare a mascherare le loro abilità se vogliono inserirsi, come rivelare chi sono – dotati, con difetti – sembra troppo per gli altri da sopportare.

Queste lezioni sono i mattoni della vergogna. Il superamento del pensiero eccessivo basato sulla vergogna richiede sostegno e rassicurazione da parte di adulti premurosi (compresi insegnanti che comprendono e rispettano le esigenze degli studenti dotati). È importante che trovino una nicchia di pari che li accettano veramente per come sono e che talvolta consiglino di affrontare la bassa autostima, i pensieri e i sentimenti negativi.

  • Troppe scelte

Con una mente che corre da un’idea affascinante alla successiva, le persone dotate possono essere distratte dalla propria immaginazione e creatività. E ‘facile ignorare il noioso compito a portata di mano, quando la mente evoca materiale che è così molto più interessante. In effetti, alcuni bambini dotati sono diagnosticati erroneamente come affetti da ADHD (disturbo da deficit di attenzione e iperattività) a causa del loro alto livello di energia e della difficoltà di concentrarsi su un compito.

I plus dotati possono essere sopraffatti dalle scelte che devono affrontare in un determinato progetto. Si bloccano sui test se presentati con troppe opzioni. Inducono in secondo luogo le loro risposte. Sono anche ossessionati dalle molte idee che possono generare quando iniziano un articolo, un compito, incapaci di fare una scelta chiara. Invece di apprezzare la loro capacità di creare tante idee o di analizzare le informazioni da diversi punti di vista, si sentono ansiosi e sopraffatti.

Troppe scelte possono anche creare conflitti per persone dotate di molteplici talenti e abilità. Spesso etichettati come in possesso di multipotenzialità , devono scegliere tra una serie di possibili percorsi di carriera. Effettuare qualsiasi selezione elimina altre opzioni e molti lottano con le implicazioni del lasciar andare. I tentativi di destreggiarsi e organizzare interessi in competizione e affrontare più di un obiettivo di ricerca o di carriera possono contribuire al sovraffollamento e alla distrazione.

Come combino il mio amore per l’arte con l’ingegneria?
Non riesco a concentrarmi sulla matematica quando continuo a pensare alle idee della sceneggiatura che voglio scrivere?
Come posso iniziare su questo documento quando potrei scegliere Tanti modi diversi per avvicinarlo?
OK, se mi occupo dei compiti per un’ora dopo la scuola, allora posso andare alle lezioni di tennis, cenare mentre scrivo l’articolo della mia newsletter, spedire una domanda per uno stage estivo e poi praticare il clarinetto. Cercherò di mandare messaggi ai miei amici e allo stesso tempo aiutarli con il loro dramma sul fidanzato. OK, sì, penso di poter inserire tutto questo in …


Le menti occupate e gli interessi multipli di alcuni plus dotati possono creare un collo di bottiglia organizzativo. La loro più grande sfida è imparare a camminare su se stessi, rallentare e sviluppare le capacità di consapevolezza per concentrarsi su un compito alla volta.

Indipendentemente dal modo in cui pensano di poter svolgere più compiti, mantenere una concentrazione distratta richiede il pedaggio e imparare a prestare maggiore attenzione a un interesse, compito e persona alla volta è essenziale.

  • Domare questa particolare bestia

Il pensiero eccessivo può diventare un modello ostinato e radicato che crea l’illusione di un porto sicuro. Rassicura il pensatore che presume che con l’acquisizione di una conoscenza sufficiente , e rivedendo ogni opzione possibile, verrà visualizzata la soluzione giusta. Ciò che sfugge agli overthinkers è la realizzazione che gli errori accadono.

Oltre alla consulenza , tecniche come la consapevolezza , sfidare le convinzioni negative (cioè le distorsioni cognitive) e la chiarificazione dei valori possono aiutare. Gli overthinker traggono vantaggio dall’affrontare messaggi basati sulla vergogna (da sé o da altri) e stabiliscono priorità per ciò che è intrinsecamente significativo e di maggior valore.

Quando pensate troppo a qualcosa, può essere utile chiedervi se i vostri figli o studenti si chiedono quanto segue:


Qual è la cosa peggiore che potrebbe accadere?
Qual è la probabilità che accada il peggio?
Dov’è il dato? Se fossi uno scienziato, quali fatti supporterebbero le mie convinzioni?
Ciò sarà questione tra cinque anni?
È coerente con ciò che è importante per me e per i miei valori?
Come posso concentrarmi su ciò che sta accadendo in questo momento, piuttosto che sul passato o cosa potrebbe accadere in futuro?

Quando i plus dotati danno sfogo all’ansia, alla vergogna e all’incertezza, il pensiero può riprendere il suo ruolo di fonte di gioia e creatività.

Se tu o tuo figlio siete tormentati da un pensiero eccessivo, prendete l’aiuto di cui avete bisogno.

Recuperati pensiero positivo pensando a quello che era prima che le emozioni negative prendessero piede.

Questa la spiegazione degli specialisti americani da cui non possiamo fare altro che imparare qualcosa di più

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...