Apprendimento socio-emotivo e bimbi plusdotati


Un gruppo di ricercatori accademici ha recentemente rilasciato una dichiarazione che sottolinea l’importanza dell’apprendimento socio-emotivo. Di interesse, questi ricercatori hanno identificato diverse componenti essenziali necessarie per l’apprendimento ottimale:


Studenti che hanno un senso di appartenenza e di scopo, che possono lavorare bene con compagni di classe e colleghi per risolvere problemi, chi può pianificare e fissare obiettivi e chi può perseverare attraverso le sfide – oltre ad essere alfabetizzato, numerato e esperto in concetti scientifici e idee – hanno maggiori probabilità di massimizzare le loro opportunità e raggiungere il loro potenziale. “


Pochi potrebbero discutere con questi elementi critici. La maggior parte dei genitori, degli insegnanti e degli amministratori concordano facilmente che gli studenti beneficiano di queste condizioni.

Mentre c’è chiaramente più nella competenza socio-emotiva, come la tolleranza alla frustrazione, le abilità di funzionamento esecutivo e la capacità di leggere i segnali sociali, quelli sono più specifici per il singolo studente. I componenti sopra elencati illustrano le politiche generali e le condizioni che potrebbero dovrebbero applicarsi a tutte le impostazioni della classe.

Quindi, come ci si relaziona con il bambino dotato?


Per quanto tutti i bambini possano trarre beneficio dall’enfasi sui componenti di apprendimento socio-emotivo sopra elencati, è probabile che senza attenzione ai bisogni specifici dei bambini dotati, i bambini dotati rimarranno indietro
Diamo un’occhiata alle condizioni elencate nella dichiarazione di cui sopra:

  1. Un senso di appartenenza e di scopo
    I bambini dotati prosperano quando sono circondati da pari, dove sono sfidati, possono competere e collaborare con studenti di simili capacità intellettuali e dove non si sentono in dovere di mascherare i loro talenti per adattarsi o, in alcune situazioni, di sfuggire al bullismo . È meno probabile che si trasformino in risultati non soddisfacenti se sentono una connessione significativa con la loro scuola e sono meglio messi in discussione quando possono dirigere i loro sforzi verso un obiettivo che ha un significato e un senso di scopo.
    Sfortunatamente, la maggior parte dei bambini dotati raramente incontra queste opportunità in un tipico ambiente scolastico eterogeneo. Dal raggruppamento delle abilitàè vista sfavorevolmente da molti distretti scolastici, i bambini dotati raramente sperimentano il senso di appartenenza e di connessione. Invece, molti si sentono incompresi, goffi e isolati.
  2. Funziona bene con compagni di classe e colleghi per risolvere i problemi
    I bambini dotati possono avere difficoltà a lavorare in modo cooperativo con gli studenti in classi eterogenee raggruppate. Spesso imparano a un ritmo più veloce e con maggiore profondità e intensità. Tuttavia, ci si aspetta che molti lavorino pazientemente in gruppo o si siedano e aspettino che gli altri raggiungano. Non sorprendentemente, la maggior parte diventerà frustrata, impaziente, annoiata e apatica. Se vocalizzano la loro frustrazione, possono essere considerati arroganti o insensibili; se si zittiscono, imparano che i loro bisogni accademici devono passare in secondo piano rispetto a quelli degli altri studenti. Possono anche sentirsi sotto pressione per completare la maggior parte del lavoro di gruppo con per altri studenti, che si affidano ai loro talenti, ma si risentono per questo. E sono privati di imparare a risolvere i problemi con i colleghi che possono lavorare con loro a un livello intellettuale simile
  3. Pianifica e fissa obiettivi
    Molti studenti dotati non imparano mai le abilità di autoregolamentazione , come la definizione degli obiettivi, la pianificazione, la gestione del tempo e le abilità di studio. Attraversano la scuola, quindi la creazione di competenze sembra superflua. Di conseguenza, sono privati di importanti opportunità di apprendimento e rimangono impreparati a lavori più impegnativi nell’istruzione superiore o nella carriera. Baker e colleghi hanno evidenziato i problemi che gli studenti dotati incontrano quando gli viene negata l’opportunità di apprendere queste importanti abilità di vita e come ciò possa portare a risultati insoddisfacenti:
    Dal punto di vista delle abilità accademiche, le scuole elementari e medie successive possono presentare richieste specializzate (come la gestione del tempo, le abilità di studio, la risoluzione sistematica dei problemi piuttosto che la memorizzazione a memoria, ecc.) Che sono sottosviluppati tra gli studenti che sono stati incontrastati e hanno sperimentato apparentemente senza sforzo successo accademico nei primi gradi elementari “.
    La mancanza di capacità di autoregolamentazione diventa evidente quando gli studenti dotati affrontano un ostacolo, in genere quando affrontano un lavoro impegnativo nell’istruzione superiore o in una carriera. Molti si sentono sopraffatti, in quanto sono accecati dalla loro mancanza di preparazione.
  4. Perseverare attraverso le sfide
    Molto è stato scritto sull’importanza della grinta , della resilienza e dell’apprendimento dal fallimento. Quando gli accademici arrivano facilmente e richiedono poco sforzo, ai bambini dotati viene negata l’opportunità di sviluppare una forte etica del lavoro, un senso di responsabilità, la forza di affrontare le esperienze di fallimento, la capacità di superare gli ostacoli e l’autostima che deriva dal vero realizzazioni. I bambini dotati che sono raramente sfidati possono diventare avversi al rischio, hanno paura di andare oltre la loro zona di conforto e si considerano “impostori”che non meritano le loro realizzazioni. Mentre c’è un dibattito inutile sulla dicotomia grinta-talento ,i bambini dotati meritano chiaramente un’educazione in cui sono sfidati, incoraggiati a raggiungere il loro potenziale e mantenuti a un livello più alto. Alcuni bambini dotati diventano schivi e smettono di spingersi del tutto. Possono diventare “classici underachievers” che abbandonano completamente la scuola, “consumatori selettivi” che si applicano solo quando apprezzano l’argomento o come il loro insegnante, o “dotati underachievers under the radar”, che spesso ottengono buoni voti, ma costeggia la scuola e non riesci a raggiungere il loro potenziale. Questi underachievers non solo perdono l’apprendimento a scuola, ma non riescono a sviluppare la capacità di recupero e la spinta a perseverare che li aiuterà negli sforzi futuri.
    Insistiamo sulle sistemazioni per i bambini dotati che migliorano il loro apprendimento socio-emotivo e accademico.
    Non sorprende che molti studenti dotati non sentano di poter “respirare”fino a quando non si ritirano per il college, quando alla fine sono sfidati, sono circondati da pari-affini e dove la curiosità intellettuale è apprezzata. È uno spreco di tempo e potenziale lasciare che questi bambini languiscano annoiati e frustrati per anni in ambienti scolastici tradizionali. Meritano lo stesso apprendimento socio-emotivo e le sfide accademiche come tutti gli studenti. È tempo di insistere sul raggruppamento delle abilità, sul raggruppamento e sull’istruzione intensiva, avanzata e accelerata per tutti gli studenti dotati.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...