LA NOIA E IL CERVELLO CHE PERDE: come evitare la Sindrome del Cervello Pigro

Van Gogh Alive

Spunti di riflessione da un sito americano

Dato che il talento tende a correre nelle famiglie, è ragionevole presumere che sia, almeno parzialmente, genetico. Tuttavia, non dobbiamo dimenticare che i valori e le abitudini sono tramandate da una generazione all’altra più o meno allo stesso modo del nostro DNA. Quindi, dovrebbe essere dato più credito alla natura o alla cultura? Inoltre, ciò che accade a una mente geniale senza adeguato nutrimento?
La maggior parte degli psicologi e degli educatori concordano sul fatto che il talento, in una certa misura, è caratterizzato da una certa abilità innata superiore alla media, spesso attribuita alla genetica e / o alla neurodivergenza. Dall’altra parte dello spettro, le mutazioni nel DNA sono accreditate con il contributo ai deficit mentali ed emotivi. Mentre il Progetto Genoma Umano è completo e sappiamo che il DNA gioca un ruolo nello sviluppo del cervello, non sappiamo ancora quali geni influenzano lo sviluppo del cervello e fino a che punto.

Il nostro DNA non può essere cambiato, ma il cablaggio del nostro cervello può e non.
Il nostro DNA non può essere cambiato, ma il cablaggio del nostro cervello può e lo fa. Dalla nascita fino alla pubertà, la potatura sinaptica causa una ristrutturazione neurale che ha conseguenze vitali per la funzione cerebrale. Mentre alcuni studi attestano che la potatura sinaptica può continuare nei tuoi 20 anni, la maggior parte dello sviluppo del cervello si verifica durante l’infanzia. Le connessioni neurali apparentemente “dispendiose” vengono eliminate per lasciare spazio a connessioni più * importanti *. Si pensa che la potatura sinaptica eccessiva sia correlata alla schizofrenia mentre si pensa che la potatura sinaptica “inefficiente” sia correlata all’autismo. Gli stimoli nel proprio ambiente aiutano il cervello a decidere quali sinapsi possono essere più importanti di altre.

La privazione sensoriale può avere un effetto drammatico sullo sviluppo del cervello. I nostri cinque (primari) sensi sono vista, suono, odore, gusto e tatto. Sappiamo, per esempio, che i neonati che non hanno abbastanza contatto umano durante i loro primi giorni di vita al di fuori del grembo materno possono sviluppare una resistenza al tatto. Un bambino che sperimenta solo spiacevoli stimolazioni durante lo sviluppo, ad esempio, imparerà solo a reagire a stimoli spiacevoli. In quanto tale, ciò potrebbe causare al bambino di reagire negativamente a stimoli piacevoli più avanti nella vita. Un bambino che vive isolato dal contatto umano fin dalla tenera età non imparerà il linguaggio umano. Un bambino cresciuto nel deserto, a parte gli umani, comincerà ad adottare le abitudini e il linguaggio degli animali che li circondano, piuttosto che degli umani. Infatti, un bambino in queste circostanze può geneticamente avere il potenziale per il linguaggio umano e il successo, tuttavia, senza un’adeguata educazione, la capacità di parlare e agire “umano” non riesce ad emergere. In situazioni prolungate, i bambini possono avere difficoltà ad imparare sempre il linguaggio e le abitudini umane dopo essere tornati nella società.

Il DNA potrebbe fornire certe tolleranze o limitazioni sullo sviluppo cerebrale, tuttavia, senza stimolazione ed esposizione, le conoscenze e le abilità non possono essere acquisite. I bambini non possono imparare a moltiplicarsi a meno che non siano stati istruiti, o per lo meno hanno visto il processo da qualche parte. Un bambino che sa come aggiungere potrebbe riprendere il concettodi moltiplicazione quando si tenta di aggiungere grandi gruppi di oggetti. Ad esempio, se hai versato 100 matite colorate, un bambino dotato potrebbe iniziare a raggruppare le matite in gruppi di 2, 5 o 10 secondi, per rendere il processo più efficiente. Tuttavia (s) non saprebbe mai come chiamare questo processo senza essere informato in qualche modo. Un bambino che non vede mai le lettere scritte non imparerà mai la correlazione tra le parole pronunciate e le parole scritte. Le lettere continuerebbero a mantenere lo stesso valore, nella mente del bambino, come scarabocchi senza senso su una pagina.

Biologicamente, il nostro cervello può essere programmato per svilupparsi in modo diverso – per reagire e adattarsi a determinati stimoli con vari gradi di intensità. Tuttavia, senza stimolazione, il cervello è lasciato sete – disidratato – sofferenza. I nostri bambini dotati hanno una connettività neurale più complessa. In quanto tali, hanno bisogno di più stimoli per placare adeguatamente la sete di stimolazione del cervello per raggiungere il loro massimo potenziale.

Quando i nostri bambini dotati soffrono di noia cronica a scuola, possono cominciare – letteralmente, a svanire il potere del cervello. Il cervello ha bisogno di stimoli per maturare e svilupparsi. Quando questa stimolazione non è presente, lo sviluppo del cervello è handicappato. Inoltre, quando il cervello si abitua alla noia, inizia ad adattarsi in modi non ideali. Il bambino impara a sopportare la noia e si abitua a una mancanza di stimolazione, causando una sorta di “sindrome del cervello pigro” o trova altri sbocchi per liberare energia. Nel corso degli anni, ho visto molti bambini dotati sono vittime di ansia, depressione e altri problemi comportamentali / psichiatrici quando non sono più in grado di far fronte con la noia cronica.

È fondamentale fornire ai nostri bambini dotati una stimolazione adeguata per garantire che raggiungano il loro massimo potenziale e diventino adulti dotati di successo. Diverse opzioni funzionano per bambini diversi. Alcune opzioni possono includere:

• A casa arricchimento – Che ci crediate o no, probabilmente state arricchendo l’educazione di vostro figlio a casa dal giorno in cui l’avete portato a casa dall’ospedale. Hai insegnato a tuo figlio come gattonare, camminare, vestirsi, parlare e altro ancora. Potresti aver insegnato a tuo figlio come leggere, contare o aggiungere prima di iniziare la scuola. Potresti aver insegnato a tuo figlio come pulire la sua stanza o come cucinare un piccolo pasto. Gli hai insegnato / le sue preziose lezioni di vita molto prima che gli educatori professionisti entrassero nel mix. Il tuo lavoro di insegnante non deve finire quando tuo figlio inizia la scuola. In realtà, non dovrebbe. Continua ad arricchire l’educazione di tuo figlio a casa. Vai in campo. Trasforma le vacanze in famiglia in lezioni di geografia e / o di storia. Insegnagli come utilizzare Internet per trovare le risposte alle domande. Incoraggia il tuo bambino a trasformare i suoi interessi in un progetto basato sull’indagine. Trasforma il mondo in una piattaforma di apprendimento. Insegna a tuo figlio ad abbracciare la sua curiosità.


• Corsi di arricchimento dopo la scuola e nel fine settimana –  Come genitore, sei anche un insegnante. Tuttavia, ciò non significa che devi fare tutto. Le lezioni di arricchimento dopo la scuola e il fine settimana possono aiutare il bambino a esplorare argomenti e interessi che potrebbero non essere così familiari o interessati. Il tuo bambino è interessato alla robotica, ma tu sei uno scrittore nel cuore. Nessun problema: trova un centro che possa aiutare tuo figlio a esplorare questo interesse. Inoltre, le lezioni di arricchimento aiuteranno tuo figlio ad incontrare altri studenti interessati a argomenti simili.

Scuole di specializzazione specializzate  – Questa opzione, ovviamente, dipende dal fatto che ci sia o meno una scuola di talento nella tua zona. Una scuola specializzata in bambini dotati può essere adatta per il tuo bambino dotato. Oltre a un ambiente accademico appropriato, le scuole specializzate di talento consentono a tuo figlio di incontrare altri studenti dotati.

Home Schooling  – Ogni giorno che il bambino trascorre a scuola dovrebbe essere dedicato all’apprendimento. Se tuo figlio non sta imparando e le tue opzioni di scuola privata sono limitate, potresti considerare l’istruzione a casa. La decisione di casa-scuola è una scelta molto personale. Se tuo figlio ha una vita sociale vivace a scuola, potresti prendere in considerazione altre opzioni come l’arricchimento a casa o nel fine settimana.

Opzioni di differenziazione all’interno della scuola: la  maggior parte delle scuole offre  brani matematici accelerati singoli e / o doppi . Le opzioni di accelerazione e / o salto di grado variano a seconda del distretto scolastico. Nella maggior parte dei casi, questa decisione viene presa caso per caso e richiede lunghe trattative con le scuole. Tuttavia, se riesci a trovare un insegnante o un amministratore comprensivo, potresti essere in grado di elaborare un piano che permetta al tuo bambino di trovarsi in un ambiente accademico più impegnativo mentre ancora frequenta la scuola.

A HERO’S ACCADEMY, negli Stati Uniti,

permettiamo agli studenti di iscriversi alle lezioni in base alla loro matematica testata e capacità di lettura, piuttosto che limitare gli studenti in base alla loro età. Ciò consente agli studenti di studiare argomenti avanzati con colleghi mentali, offrendo loro un’opportunità unica di sviluppare amicizie durature con altri bambini vicini alla loro età che condividono interessi simili.

Solitamente si dice che anche in Italia avviene la stessa cosa, ma non è vero.
I corsi si basano su un’età minima del bimbo APC e quindi raggruppa i bambini non a seconda delle loro capacità intellettive più o meno avanzate rispetto agli altri bimbi Apc, ma in base all’età anagrafica.


Ora, più e più volte, noi genitori ci siamo lamentati di questa discrepanza. Se si afferma che i nostri figli hanno bisogni di stimoli e potenziamento; se si afferma che l’età anagrafica non è l’età effettiva dei nostri figli; se si afferma che ogni bimbo APC è simile per interessi e quindi può creare gruppo con bimbi APC di differente età, perché ostinarsi a imporre non solo il limite di età per partecipare ai corsi ma sopratutto gruppi a fasce di età?

Mi spiego:
Se un bimbo di 4 anni ha un QI di 150 e quindi appassionato di matematica già a quell’età sa sviluppare espressioni molto complesse e ha una maturità intellettiva di un ragazzino molto più grande, perché, ci chiediamo, deve essere inserito in un corso dai 4 agli 8 anni? Il suo QI è più avanti magari del corso formalizzato in base a quel tipo di età. E in quella fascia di età non sarà l’unico a trovarsi a disagio.

In America tutto ciò non avviene. Bimbi di nove anni possono studiare materie accademiche avanzate con ragazzi di 19 anni.
Si notano le capacità intellettive e li si inserisce nel gruppo più appropriato per la sua sete di conoscenza. Un bimbo di 4 anni con QI 150 può liberamente studiare con uno di 5 dello stesso livello e con altri di 8 9 10 12 anni e cosi via. Il gruppo è vario proprio perché si dà importanza alle competenze e non all’età anagrafica.

Lo so, loro sono avanti come nazione, noi abbiamo appena cominciato a interessarci di questo argomento. Ma almeno vorrei che si considerassero meglio questi fattori, almeno da parte di chi si occupa di questi bimbi apc. E non preferire di privare un bimbo di tre anni anche a partecipare a corsi che per lui potrebbero essere stimolanti e utili.
Condanniamo la scuola per non comprendere in toto il senso della Plusdotazione e tutto ciò che ne concerne,  per poi fare gli stessi errori.

Vorrei farvi parlare con un  bimbo di 3 anni Apc per farvi rendere davvero conto di cosa potrebbe sapere, come si relaziona e come si comporta in un ambiente dinamico e poi farmi dire in faccia che visto l età non può ancora partecipare.
Ma insomma i bimbi al di sotto dei 5 anni per forza devono essere discriminati per la loro asincronia tra età anagrafica e quella intellettuale?
Non lo troviamo giusto.
Ci si sostiene nei problemi e nelle gioie quotidiane e poi…. Ci si abbandona a vicenda quando si tratta di annullare l età anagrafica per far partecipare ogni bimbo APC a un corso.


Perché rendiamoci conto che ancora in Italia il problema Gifted e della sua crescita è ancora tutto nella preoccupazione unica dei genitori. Anche le Associazioni che se ne occupano alcune volte e troppo spesso toppano e quindi si rivelano essere incoerenti per quanto riguarda l organizzazione della partecipazione ai corsi che per i nostri figli dalla loro nascita sono Manne dal cielo e Oro e cibo per la mente. Invece ancora una volta  si deve prendere coraggio e dire loro NO AMORE MIO TU HAI 3 ANNI E NON PUOI PARTECIPARE NONOSTANTE IL TUO LIVELLO COGNITIVO SIA DI UN BIMBO DI 5/6 ANNI e così via……

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...